NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

[Smart Building] ne conosci etimologia e significato? #ParoleStraniere

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Una immagine di edifici con la realtà aumentata che indica in ogni edifico indica una categoria di le caratteristiche

Smart Building

Inglese, pronuncia smar buldi.

Etimologia

La locuzione Smart Building composta da smart = "intelligente" e building = "edificio" è stata coniata dalla IBM. Con il suo programma Smarter City Challenge, la società ha comunicato la sua visione dell'urbanizzazione - basata sulla centralizzazione dei dati, con una forte attenzione alla sicurezza.

Significato

Una definizione di smart building, per quanto possibile univoca, è stata proposta dal The National Institute of Building Sciences: uno smart building è un edificio in grado di fornire “funzionalità avanzate attraverso una rete intelligente di dispositivi elettronici progettati per monitorare e controllare l’impianto meccanico, elettrico, di illuminazione e altri sistemi”. Gli scopi ultimi sono quelli di migliorare il comfort, la vivibilità, aumentare la sicurezza e il risparmio energetico.

La moda dello Smart

Quello di aggettivare come smart tutto è decisamente la moda del momento, smartphone, smart city, smart home, smart building e chissà cosa arriverà d'altro. A volte effettivamente è una realtà, tutti questi oggetti stanno diventando più intelligenti, anzi si sta affacciando persino l'intelligenza artificiale, a volte però è solo un auspicio. Anche in quest'ultimo caso però, siamo di fronte ad un movimento positivo. Perché non fare le cose in maniera più intelligente? Allora è giusto migliorare il comfort, la vivibilità, aumentare la sicurezza e il risparmio energetico. Tuttavia, ci sentiamo di dissentire quando si lega lo smart esclusivamente ai dispositivi elettronici. Ci sono tante soluzioni smart che non hanno nulla di elettronico. Ci piace ricordare, come esempio, il caso di una città in cui, non era stato progettata in modo smart la zona pedonale. La piazza, d'inverno era troppo fredda e buia a causa dell'ombra degli edifici. La soluzione smart è arrivata in seguito, istallando su alcuni edifici, nel muro cieco, degli enormi specchi. Il sole ora illumina la piazza naturalmente in estate e attraverso gli specchi d'inverno e non c'è niente di elettronico a farlo, solo l'intelligenza umana.

Letto 7409 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi701
Ieri1135
Settimana Scorsa8409
Mese Scorso43959
Da Gennaio 2015 (2.0)1885093

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out