NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Mercoledì, 09 Settembre 2020 02:00

Conosci la storia della rana bollita?

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

una rana tranquilla nell'acqua calda di una pentola

La storia della rana bollita è un principio metaforico raccontato dal filosofo e anarchico statunitense Noam Chomsky, per descrivere una pessima capacità dell'essere umano (zombie) moderno: ovvero la capacità di adattarsi a situazioni spiacevoli e deleterie senza reagire, se non quando ormai è troppo tardi.

Immaginate un pentolone pieno d’acqua fredda nel quale nuota tranquillamente una rana.
Il fuoco è acceso sotto la pentola, l’acqua si riscalda pian piano. Presto diventa tiepida. La rana la trova piuttosto gradevole e continua a nuotare.
La temperatura sale. Adesso l’acqua è calda. Un po’ più di quanto la rana non apprezzi. Si stanca un po’, tuttavia non si spaventa.
L’acqua adesso è davvero troppo calda. La rana la trova molto sgradevole, ma si è indebolita, non ha la forza di reagire. Allora sopporta e non fa nulla.
Intanto la temperatura sale ancora, fino al momento in cui la rana finisce – semplicemente – morta bollita.
Se la stessa rana fosse stata immersa direttamente nell’acqua a 50° avrebbe dato un forte colpo di zampa, sarebbe balzata subito fuori dal pentolone.

Tratto dal libro [Media e Potere] di Noam Chomsky.

Letto 92 volte Ultima modifica il Mercoledì, 09 Settembre 2020 10:10
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi82
Ieri1155
Settimana Scorsa7981
Mese Scorso30186
Da Gennaio 2015 (2.0)2027968

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out