NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Armando Testi

Armando Testi

Studi umanistico-letterari; un lungo passato da imprenditore nel settore della moda; importanti obbiettivi -anche internazionali- raggiunti; da sempre interessato alle questioni delle aziende.

Opera dal 1998 nel settore Informatica & Internet; da oltre 10 anni in collaborazione con «Luigi Caruso» per fornire ai propri clienti -anche nella modalità chiavi in mano- soluzioni integrate -particolarmente- innovative e creative.
Attualmente sta collaborando con il progetto «WeEurope» come Noi-Europa che basa i suoi obbiettivi sulla doppia dicotomia:

  1. promozione del territorio e sostegno alle piccole imprese;
  2. locale e globale.

In particolare si sta dedicando alla gestione della prima emanazione del progetto: questo sito - nelle aree «front-end» & «business-end».

Adunco

Etimologia

Dal latino: aduncus, derivato di "ad" e "uncus" uncino.

Significato

Piegato in punta, uncinato, fortemente ricurvo. E' utilizzato per indicare una punta ripiegata ad uncino: becco adunco (come quello dei rapaci - rostro), naso adunco (naso aquilino), ferro
piegato a uncino. (Petrarca) Conven ch’i’ segua, e del mio campo mieta Lappole, e stecchi co la falce adunca; (Ippolito Nievo) Il suo naso aquilino rincagnato, adunco e camuso tutto in una volta, era un nodo gordiano di più nasi abortiti insieme; e la bocca si spalancava sotto cosí minacciosa, che quel povero naso si tirava alle volte in su quasi per paura di cadervi entro.

Sinonimi

Uncinato, curvo, ricurvo, ritorto, aquilino, a rampino.

Contrari

Dritto.

Glissare

Etimologia

Dal francese: glisser - scivolare.

Significato

Sorvolare, evitando di approfondire: appena ho cercato di saperne di più, ha glissato sull'argomento; fare finta di non aver visto o sentito qualcosa o comportarsi come se non si fosse visto o sentito qualcosa.

Sinonimi

Ignorare, lasciar perdere, omettere, passare sopra, saltare, soprassedere, sorvolare, tralasciare, trascurare.

Contrari

Affrontare, parlare (di), trattare.

La cultura a portata di mano

Cèduo

Etimologia

Dal latino: caeduus, derivato di "caèdere" tagliare. Aggettivo.

Significato

Detto di bosco, che si può tagliare periodicamente per la legna, lasciando i ceppi da cui si origineranno nuovi polloni, cioè da alberi provenienti da rinnovazione agamica (moltiplicazione vegetativa). I boschi cedui riproducono buona legna da taglio. Sono costituiti soprattutto da querce, carpini, faggi.

Sostantivo

Ceduazione: il taglio degli alberi nei boschi cedui.

bambino che ride

Entrato chiede alla commessa

  • "Vorrei un paio di jeans"
  • E la signorina: "Che taglia?"
  • "La legna signorina, la legna!"

Depauperare

Etimologia

Dal latino: pauper, povero. Composto da: de + pauperare = impoverire. (io depàupero, ecc.).

Significato

Rendere povero, privare la più parte delle cose possedute: popolazioni depauperate dalle guerre; lo sfruttamento eccessivo rende depauperato il terreno di risorse naturali; l'eccessiva tassazione ha depauperato il patrimonio.

Aggettivi

Depauperante: in agraria si dice di una coltura quando impoverisce il terreno di principi fertilizzanti. Anche participio presente del verbo depauperare. Viene usata anche come sfruttatrice e liquidatrice.

Depauperato: organismo depauperato, patrimonio artistico depauperato a causa dei latrocini. Anche come participio passato.

Sinonimi

Immiserire, impoverire.

Contrari

Arricchire.

La cultura a portata di mano

Venusto

Etimologia

Dal latino: venustus (Venus - Venere) bello, leggiadro, grazioso. Aggettivo.

Significato

Che è di una bellezza ideale sia per quanto riguarda la perfezione delle forme che per i movimenti armoniosi e aggraziati. Donna venusta, venuste forme d'una dea; (Boccaccio) giovane di venusta forma. Stile venusto: pieno di dignità, decoro ed eleganza insieme, di una bellezza severa e dignitosa.

Sostantivo

Venustà: (Venustas-atis) perfezione di bellezza in particolare femminile. Qualità di chi, di ciò che è venusto. (Tasso) non è il medesimo che la bellezza, ma è un fiore che da esso spunta.

Verbo

Venustare: rendere venusto.

Sinonimi

Avvenente, bello, grazioso, leggiadro, vago, aggraziato, carino, grazioso.

Contrari

Brutto, goffo, sgraziato, inguardabile, osceno

Turgido

Etimologia

Dal latino: tùrgidus, derivato di tùrgere (essere gonfio).

Significato
  • Gonfio, occhi turgidi di lacrime,vena turgida di sangue; (Jovine) le vene del collo gli erano diventate turgide come se stessero per esplodere.
  • Nelle scienze biologiche, detto di organo o tessuto animale o vegetale, in stato di turgore: seno turgido di latte, germogli turgidi.
  • In senso figurato: ampolloso: stile turgido.
Verbo

Tùrgere: essere pieno, turgido, anche figurato.

Aggettivo

Turgescente: che è o diviene turgido, gonfio.

Sostantivi

Turgidità: turgidezza.
Turgidezza: stato o qualità di ciò che è turgido.
Turgore: gonfiore, gonfiezza; stato di rigonfiamento di una cellula, d un organo o di un tessuto, animale o vegetale, per ricchezza di liquidi.

Avverbi

Turgidamente: (raro) in modo turgido, gonio, ampolloso.

Sinonimi

(di seno, ventre) Gonfio, rigonfio, pieno,formoso, carnoso, sodo, tumido.
(di pianta) Lussureggiante, rigoglioso, fiorente, florido.
(in senso figurato) Ampolloso, retorico, ridondante, aulico tronfio, magniloquente.

Contrari

Sottile, patto, schiacciato.
Semplice, lineare, sobrio, essenziale.

Chi ha cominciato?


“Mamma, anche papà è stato picchiato dal nonno quando era piccolo?” chiede Michele che ha appena ricevuto uno scapaccione da suo padre.
“Naturalmente!”
“E il nonno, quand’era piccolo, anche lui dal bisnonno?”
“Ma certo!”
“Allora vorrei sapere chi ha cominciato per primo!”.

foto in bianco e nero cappello occhiali spessi si vedono le grinze sul collo

Giuseppe Prezzolini

(Perugia, 27 gennaio 1882 – Lugano, 14 luglio 1982)
E' stato un giornalista, scrittore, editore e aforista italiano. Dal 1940 ebbe anche la cittadinanza statunitense.

Aforismi di Giuseppe Prezzolini

  • L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono.
  • In Italia non si può ottenere nulla per le vie legali, nemmeno le cose legali. Anche queste si hanno per via illecita: favore, raccomandazione, pressione, ricatto ecc.
  • Che cos'è Papini? Non lo so. Alle volte mi pare un arcangelo, gli s'illuminano gli occhi e ci sono riflessi d'oro sui suoi capelli ricciuti, come un'aureola. Alle volte mi pare uno gnomo, storto, maligno, unghioso.
  • Ci sono uomini colti persino tra i professori.
  • Gli uomini politici italiani, in generale, sono mediocri.
  • Segni distintivi del furbo: pelliccia, automobile, teatro, restaurant, donne.
  • La scuola è fatta per avere il diploma. E il diploma? Il diploma è fatto per avere il posto. E il posto? Il posto è fatto per guadagnare. E guadagnare? È fatto per mangiare. Non c'è che il mangiare che abbia fine a se stesso, sia cioè un ideale. Salvo in coloro, in cui ha per fine il bere.
  • Tutto è in ritardo in Italia, quando si tratta di iniziare un lavoro. Tutto è in anticipo quando si tratta di smetterlo.
  • In Italia nulla è stabile fuorché il provvisorio.
  • C'è un ideale assai diffuso in Italia: guadagnar molto faticando poco. Quando questo è irrealizzabile, subentra un sottoideale: guadagnar poco faticando meno.“

Reminiscenze classiche

  • Garibaldi: a mille!
  • Edipo: solo qualche problema in famiglia.
  • Icaro: uno schianto!
  • Kafka: mi sento un verme!
  • Freud: un sogno!
  • Maria Curie: mi sento radiosa!
  • Marconi: mi sento irradiante!
  • Enrico VIII: io bene, è mia moglie che...
  • Einstein: in generale relativamente bene!
  • Newton; ho qualche problema di una certa gravità!
  • Ulisse: a Cavallo!
  • Paganini: te lo dico una volta sola, bene!
  • Manzoni: sono in attesa del divorzio!
  • Cavour: una barba!
  • Pilato: sto ancora aspettando l'asciugamani!
  • Robespierre: da perdere la testa!
  • Muzio Scevola: brucia un po'.
  • Bruto: l'arrotino non è arrivato, ma mi sono arrangiato con quello che avevo.
Mercoledì, 24 Febbraio 2016 00:12

#Barzellette #xbambini: elefanti

Nella foresta

Mamma elefantessa a suo figlio:
"Dumbo, vieni qua che ti devo rivelare un segreto"
"Subito, mamma, dimmi, sono tutt'orecchie!"

Un signore molto corpulento è fermo davanti ad una scuola

Una signora chiede: "Scusi, aspetta un bambino?"
E lui risponde: "No signora, sono così di costituzione!"

Domenica, 21 Febbraio 2016 01:00

#Barzellette: anziana signora al seggio

Una vecchietta entra in cabina elettorale

Da un bel po' di tempo non accenna ad uscire.
Il presidente del seggio la richiama per farla uscire.
Lei risponde che sta aspettando le altre tre persone.
Il presidente: "Per fare che cosa?"
Lei: "Per piegare le schede... Qui sulle mie c'è scritto da piegare in quattro".

Sabato, 20 Febbraio 2016 22:54

#Barzellette: ospedale psichiatrico

I medici di un manicomio decidono di effettuare delle prove

Devono stabilire se qualche pazzo possa essere "liberato". Decidono di riempire una piscina di olio e farci tuffare dentro i pazienti per vedere se qualcuno se ne accorge. Fanno entrare i matti che con circospezione si aggirano a bordo-vasca, un po' intimoriti; ad un certo punto ad uno ad uno si tuffano come nulla fosse e iniziano a nuotare; solo uno è un po' restio a tuffarsi, Poi finalmente si butta pure lui, ma prende una capocciata tremenda e riemerge imprecando contro i dottori:
"Str..zi! Proprio Olio Sasso dovevate utilizzare?" 

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi58
Ieri1231
Settimana Scorsa8409
Mese Scorso43959
Da Gennaio 2015 (2.0)1882103

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out