NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Domenica, 23 Settembre 2012 02:00

Rana dorata

Scritto da  Carmelo Massimo Tidona
Vota questo articolo
(6 Voti)

Rana dorata, rana dardo, rana freccia, chiamatela come volete e guardatela quanto vi pare... ma non toccatela!

Nome comune: rana dorata, rana dardo, rana freccia (anche se quest'ultimo identifica diverse varietà), golden dart frog, golden poison frog [Eng]

Nome scientifico: Phyllobates terribilis

Classificazione: anfibio anuro, famiglia Dendrobatidae

La rana dorata vive nella parte della Colombia che si affaccia sull'Oceano Pacifico. Il suo habitat prevalente sono le foreste pluviali tra i cento e duecento metri di altitudine, con elevata umidità (80-90%) e temperature non inferiori ai 26 gradi centigradi. Si tratta di un animale sociale che vive in gruppi composti da quattro a dieci individui, anche se in cattività si formano comunità ben più numerose.

Questi colori brillanti sono di monito ai predatori, per ricordare loro che fare uno spuntino con questa rana si dimostrerebbe letale. L'unico dotato di una naturale resistenza, ma comunque non immune, alla tossina di questa rana è il Leimadophis epinephelus, un piccolo serpente in grado di divorare piccoli della specie senza subire effetti negativi.

Le dita della rana dorata dispongono di piccoli dischi adesivi che le consentono di arrampicarsi sulle piante, e la sua mascella inferiore ha una placca ossea tale da dare l'impressione che possegga dei denti.

Si tratta di un animale diurno e principalmente terrestre. In apparenza è ben conscio della propria quasi-invulnerabilità, perché non si preoccupa di nascondersi ai possibili predatori e si rende anzi piuttosto evidente senza alcun timore.

In sostanza, se incontrassi una Phyllobates terribilis, quello che ti ritroveresti davanti è un'adorabile, coloratissima ranocchietta grande quanto il tuo pollice che ti guarda come se la tua presenza non le facesse né caldo né freddo. È assai improbabile che ti faccia "ciao ciao" con la zampina, ma se capitasse non illuderti: non ti sta accogliendo, ti sta dicendo addio.

La Phyllobates terribilis si nutre di alcune varietà di formiche, nonché di termiti e altri piccoli invertebrati che può facilmente trovare nella foresta pluviale. È considerata la più vorace tra le dendrobatidae.

Come molte rane utilizza la sua lingua adesiva per catturare e divorare le sue prede. In effetti è una cacciatrice talmente abile da dimostrare un'intelligenza e una capacità visiva superiori a quelle di molte altre rane.

Se vuoi sapere veramente tutto...

Letto 4484 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi214
Ieri1007
Settimana Scorsa6880
Mese Scorso25067
Da Gennaio 2015 (2.0)1984330

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out