NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
La notizia di Sport

La notizia di Sport

Tutti gli atleti alla presentazione della divisa di Armani

Puntare sulle Paralimpiadi per risollevare i cinque cerchi sembrava la mossa sbagliata, invece sono stati gli stessi Giochi Olimpici a darle una mano. Una delle chiavi di volta è stata quella del doping,  l’audience è sceso del 17% rispetto a Londra 2012. Invece la manifestazione che dal 1960 rappresenta gli atleti disabili è stata un successo.  E dire che un altro po’ nemmeno le avrebbero fatte partire. Causa buco di bilancio nelle spese per iniziare i Giochi Olimpici degli atleti “normali” di Rio 2016, pareva che per le Paralimpiadi fosse rimasto poco e nulla.

 

capelli fini e lunghi ancora prevalentemente colorati viso ovale con i segni dell'età occhi chiari

Cesare Maldini

(Trieste, 5 febbraio 1932 – Milano, 2 aprile 2016)

È morto questa notte a 84 anni Cesare Maldini, ex giocatore del Milan ed ex allenatore della Nazionale italiana di calcio e padre di Paolo, ex terzino rossonero. A darne notizia la famiglia Maldini, che in una nota "annuncia con immenso dolore la scomparsa di Cesare nella notte tra sabato e domenica".

Aforismi di Cesare Maldini

  • Evito di sognare. Ogni volta che ci provo, mi sveglio sbattendo sul comodino.
  • Forse per un rigore magari meno sbagliato sarebbe stato incensato invece che incensurato. (famosa gaffe)

la ragazza non è descrivibile molto bella ma sembra finta e molto magra e alta un viso semplice e perfetto

Ha i lineamenti di un cartone animato, ha solo 17 anni, pesa 59Kg ed è alta 1 metro e 82, molti già le dedicano frasi del tipo: “Sei un angelo”. Sabina Altynbekova è una giocatrice di pallavolo kazaka e negli ultimi giorni si è messa in mostra ai Campionati under 19 asiatici a Taiwan. O meglio: non sono le sue giocate ad aver attirato le attenzioni dei media, quanto la sua bellezza. Le sue foto stanno facendo il giro della Rete e per molti utenti è già «Miss pallavolo».

sullo sfondo il campanile in primo piano Carolina pericolosamente appesa ad un solido cavo a tripla sicurezza, il vestito è bianco con un cappuccio da principessa una corona di rami, sul corpo petali e foglie bianchi, la gonna è fatta di rami intrecciati ampia a campana con degli uccellini

Carolina Kostner Aquila del Carnevale di Venezia 2014 in volo dal campanile di San Marco, coraggiosa e deliziosa come al solito, stupenda con il costume, da un’altezza di 80 metri. Da vera campionessa Carolina Kostner oggi ha sfidato e vinto anche la prova dell’Aquila librandosi elegantemente nellaria incurante della pioggia. Avvolta nellevocativo abito ispirato alla "natura addormentata", realizzato da Francesco Briggi, la Kostner è scesa dal Campanile di San Marco sorridente sulle note dellinverno di Vivaldi planando sul palco del Gran Teatro dove ad attenderla cera un entusiasta e caloroso pubblico del Carnevale che ha riempito la Piazza nonostante il clima. Guarda il video...

Una grafica con un primo piano di Caronina mentre esegue un passo di danza e soffia sulle mani è perfetta come al solito le scritte indicano la specialità e la medaglia di bronzo

 

Lo diciamo da sempre, rubano punti alla nostra amata Carolina Kostner. Non è possibile che tutti i giornalisti, tutti gli allenatori, tutti i coreografi, tutte le stesse concorrenti dicano che lei sia la migliore e poi i giudici decidono diversamente. Questa volta però hanno passato il segno, per quanto ci si sforzi, non si riesce proprio a capire da dove sono usciti questi 8 punti della russa Sotnikova.

Tutta la squadra compresi coreografi e tecnici felici con la Kostner entusiasta

Carolina Kostner, nel corto della prova a squadre, nel giorno del suo 27° compleanno, pattina come solo lei sa fare. Da urlo e da record il suo 70.84 che migliora, dopo quasi due anni, il proprio record italiano di 1.36 punti e distrugge la maledizione olimpica. Solo la 15enne russa Julia Lipnitskaya -migliorata rispetto alla prova di Budapest ma sempre fredda e aiutata dai giudici- fa di più: con 72.90 ritocca il proprio primato europeo di 66/100. La sconfitta di giornata è Mao Asada: la giapponese due volte iridata cade sul triplo axel iniziale e non va oltre la terza posizione (64.07).

Ma una terribile notizia sconvolge i fans...

Carolina mostra la medaglia, al suo fianco l'allenatore Michael Huth

L’avventura europea di Carolina Kostner finisce al terzo posto, il ghiaccio ungherese ha visto una Kostner di prima grandezza con il suo Bolero. Tutti attendevano la risalita di Carolina che partiva dalla terza posizione dopo il programma del corto. Il suo Bolero lo ha interpretato in maniera intensa, con un finale con una sequenza di passi da brivido. Ha commesso un errore, una caduta che alla fine l'ha penalizzata: ha sbagliato sul triplo loop.

Se dal punto di vista artistico, di maturità e classe la quasi ventisettenne ragazza di Ortisei non ha rivali, le avversarie di ieri hanno avuto la meglio solo in virtù della loro freschezza atletica. 

Guarda il video di Carolina...

Carolina con il costume swarovski chiaro

Carolina dietro le due russe -con una giuria non certo imparziale- e il nuovo programma: “Come un esordio”. Le prove generali per le Olimpiadi iniziano alle 14,47 del 15 gennaio a Budapest, Carolina Kostner, al suo dodicesimo europeo, presenta per la prima volta l'Ave Maria di Schubert, il programma corto che porterà anche a Sochi. Un inedito perché in passato ha usato questa musica solo in esibizione (nel 2005) e un successo perché i tentennamenti della stagione sono svaniti appena è entrata sul ghiaccio:

È stato un po' come un esordio, emozionante. Avevo già pattinato in Grand Prix ma tornare a lavorare con la mia coreografa ha cambiato la stagione, mi ha dato un grande entusiasmo. Ho avuto dei problemi fisici, male alla schiena e forti emicranie. Ho saltato i campionati italiani e nel frattempo è partito questo nuovo processo creativo e l'ho assecondato, senza ansie. Amo questa musica, mi fa sentire bene.

I due protagonisti festeggiano sulla pista arrotolati dalla bandiera italiana 

Il problema maggiore è dominare la strizza all'inizio e aspettare di sapere se hai vinto un oro oppure no alla fine. Restare composto immobile davanti a un televisore nel retro pista. Anna Cappellini e Luca Lanotte in realtà scoprono di essere per la prima volta il meglio in Europa prima di vedere il punteggio. Loro hanno pattinato senza errori e con grande trasporto il Barbiere di Siviglia, gli avversari russi Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov sono caduti nel bel mezzo del lago dei cigni. Mentre ricevono le pacche sulle spalle, gli italiani sono impassibili. Aspettano e urlano -alla fine- solo mentre lo speaker annuncia il verdetto: 171.61 contro 170.51.

Carolina con i costumi bianco a sinistra e nero a destra

 

Si svolgeranno questa settimana a Budapest i Campionati Europei 2014. In questa occasione Carolina presenterà il suo nuovo programma corto sulle musiche dell' "Ave Maria" e il libero su quelle del "Bolero". Il programma corto femminile è previsto per Oggi mercoledì 15 a partire dalle 10.30 e il libero venerdì 17 alle 17.50. La gara sarà trasmessa in diretta da Raisport2.

Pagina 1 di 5

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi976
Ieri2443
Settimana Scorsa8152
Mese Scorso44632
Da Gennaio 20151080076

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out