NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Martedì, 29 Marzo 2016 02:00

Incidenti mortali: la sinistrosità degli stranieri è quasi 2 volte superiore

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

un grave incidente in autostrada con molti veicoli accartocciati

Le cronache quotidiane della sinistrosità grave dicono che ogni giorno gli stranieri (residenti o in transito, regolari o irregolari) presenti sul territorio nazionale sono sempre più coinvolti in incidenti gravi e mortali, spesso rimanendone loro stessi vittime. Senza gli incidenti degli stranieri la mortalità sulla strada sarebbe in calo. La notizia dal 2012 ad oggi viene sempre più taciuta dalla stampa, tanto che, siamo quasi ad aprile e ancora non ci sono dati per il 2015. L'ultimo rapporto è arrivato lo scorso novembre da parte dell'Osservatorio il Centauro – ASAPS (sindacato della polizia stradale) e riguarda il 2014, ha provato ancora una volta a raccogliere una serie di dati per capire la quantità e la qualità della sinistrosità degli stranieri in Italia: l'incidenza delle varie nazionalità di origine e nelle varie regioni italiane.

Ne emerge una analisi preoccupante di un fenomeno che coinvolge drammaticamente i nostri ospiti in molti casi inseriti in modo inadeguato nel sistema di mobilità del nostro Paese. I dati dimostrano che la "Legione straniera" ha sicuramente una frequenza più elevata negli incidenti, soprattutto mortali rispetto a quella dei nostri connazionali. E qualla degli stranieri irregolari è persino doppia di quella degli stranieri regolari. 

L'Osservatorio il Centauro – ASAPS nel corso dell'anno 2014 ha raccolto e archiviato i dati di 392 incidenti mortali nei quali almeno uno dei conducenti o comunque dei protagonisti (anche nel caso dei pedoni) era uno straniero

Nei 392 incidenti monitorati risulta abbiano perso la vita 458 persone, di cui 338 fra gli stessi stranieri e 120 vittime italiane.

Primo elemento di valutazione. L'Osservatorio dell'ASAPS non ha certo la pretesa di avere intercettato tutti gli incidenti mortali con coinvolti stranieri avvenuti in Italia nell'anno 2014. Ma i soli 392 incidenti osservati con le loro 458 vittime ci dicono che il dato complessivo dei decessi, se rapportato alle 3'381 vittime negli incidenti stradali del 2014 rappresenta il 13,5% dei decessi totali della strada, una percentuale ben più alta rispetto alla percentuale dei cittadini stranieri regolari presenti sul territorio nazionale che invece ammonta a circa l'8%. Risultano circa 5 milioni e trecentomila stranieri regolari nel 2014.

E il numero complessivo degli incidenti mortali con stranieri deve considerarsi ancora superiore.
Gli stranieri comunitari sono stati coinvolti in 159 dei 392 incidenti monitorati pari al 40,3%. La gran maggioranza degli incidenti dei cittadini dell'UE vede coinvolti cittadini romeni coinvolti in 91 incidenti mortali pari al 57,2% dei sinistri con comunitari e al 23,2% del totale.
Gli extracomunitari dell'est europeo sono stati coinvolti in 80 incidenti mortali 20,4%, gli extracomunitari africani sono stati protagonisti in 65 sinistri fatali (16,6%), gli extracomunitari asiatici sono stati protagonisti in 41 sinistri mortali (10,5%), dall'America Latina 22 (5,6%), America del Nord 5 (1,3%) ecc.

Si deve evidenziare che gli stranieri probabilmente hanno minore confidenza con il sistema stradale e autostradale italiano, le vetture condotte hanno certamente una anzianità elevata e una minore qualità anche protettiva. Tante le vittime anche fra i pedoni e i ciclisti. Fra le 458 vittime infatti si contano 79 pedoni di cui 65 proprio fra i cittadini stranieri e 45 fra i ciclisti di cui 42 fra gli stessi stranieri a conferma di una maggiore esposizione al rischio e probabilmente alla sottovalutazione della necessità di rendersi comunque ben visibili.
Secondo l'ASAPS sono essenziali delle campagne informative e formative per consentire ai cittadini stranieri di prendere coscienza dei gravissimi e spesso fatali rischi della strada. Ovviamente sono essenziali i controlli delle forze di polizia sulla strada.

È difficile avere un'idea chiara della portata del fenomeno in rapporto alla popolazione residente sul nostro territorio ma dovrebbe attestarsi ad oltre 1 a 1,7. Per ogni incidente italiano-italiano ce ne sono quasi due con almeno uno straniero.

Letto 3884 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Marzo 2016 12:07
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi310
Ieri980
Settimana Scorsa5931
Mese Scorso24178
Da Gennaio 20151496045

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out