NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Pensieri, Poesie & Libri

Pensieri, Poesie & Libri

«Ogni generazione», nota Leah Price sul New York Times, «riscrive l'epitaffio del libro» e aggiunge «Il digitale non ucciderà i nostri amati libri, pur cambiandone radicalmente la forma e le modalità di accesso e distribuzione»

Diverso invece, e meno esplorato, è il modo in cui si sta trasformando la nostra percezione dell'autore in un mondo in cui non serve necessariamente più il libro per essere autori. Ci sono mille strumenti (dai blog in poi) e la stessa idea di «pubblicazione» non ha più quelle barriere di accesso elevate che in qualche modo davano una certificazione autoriale in funzione della scelta dell'editore.

In questa rubrica esploriamo questo nuovo mondo, parlando anche di poesia e sperando di poter diventare il miglior posto dove trovare il tuo prossimo libro da leggere.

una ragazza legge un libro rosa

Caligola -che dal nome dell'imperatore folle non promette affatto bene- sta per arrivare e ad Arezzo la gente ha pensato bene di andare in ferie: schiere di negozi chiusi, serrande grigie abbassate, panchine al parco prenotate dal giorno prima e a chi come me frigge dal caldo in questi giorni le alternative per prendere un po' di fresco sono poche. Rinchiudersi nei supermercati che sembrano diventati luoghi di posteggio per frescheggiare, la nuova Lignano d'Arezzo, e le librerie tra i cui scaffali mi nascondo abbastanza bene con i miei nuovi occhiali da Harry Potter. La miopia fa tanto intellettuale.

Una donna (probabilmente) di cui si intravedono solo le mani ben curate con le unghie corte, sta leggendo un !ibro davanti ad un camino acceso e con una coperta con le frange a righe scozzesi di colore beige sulle gambe

I libri ci fanno sognare, ci aiutano a sviluppare la nostra immaginazione. Tutto questo è molto romantico, in effetti, ma leggere un libro ha degli effetti reali sulla nostra mente. Un libro, infatti, fa accadere alcune cose nel nostro cervello: ci aiuta a diventare più empatici ma può succedere anche che pensi di aver sperimentato sensazioni ed esperienze che invece abbiamo solo letto. Ci credete? Questo è lo studio proposto da Open Education Database, che ha stilato la classifica delle cose che succedono nella nostra mente quando leggiamo un libro.

un uomo sovrappeso sbattuto sul divano

Accidiarsi

Quello che direbbe il colpevole
col sentimento del fiacco volere,

senza neanche il punto esclamativo
che già sarebbe affermazione,

ma invece,
con lieve sospiro.

Risacca

Accanto a me 
solo quanto indugia, 
sulla battigia del mare 
che qui risacca.

Vago naufragio 
ove vortica l’acqua 
che poi risucchia.

Di suoni decora il tramonto, 
scruto l'oro, 
sulla linea rossa dell'orizzonte.

Mie, 
le forme del suo nome.

Solo tue, 
quelle disegnate 
nell'andar via d'onda 
che l'obliano.

un vecchietto che dice: la repubblica italiana compie 71 anni, così giovane e già non conta più un cazzo

Filastrocca impertinente

(di Gianni Rodari)


Filastrocca impertinente,
chi sta zitto non dice niente;
chi sta fermo non cammina;
chi va lontano non s’avvicina;
chi si siede non sta ritto;
chi va storto non va dritto;
e chi non parte, in verità,
in nessun posto arriverà.

Gesù risorto con due angeli ai piedi"Resurrezione" - Sacro Cuore di Bellaria

PRIMAVERA 1938

di Bertolt Brecht
traduzione di Annapaola Laldi

Oggi, domenica di Pasqua, presto
Un'improvvisa tempesta di neve
si e' abbattuta sull'isola.
Tra i cespugli verdeggianti c'era neve. Il mio ragazzo
mi ha portato verso un piccolo albicocco attaccato alla casa
strappandomi ad un verso in cui puntavo il dito contro coloro
che stanno preparando una guerra che
può cancellare
il continente, quest'isola, il mio popolo,
la mia famiglia e me stesso. In silenzio
abbiamo messo un sacco
sopra all'albero tremante di freddo.

Uno sfondo di un rosso scuro e caldo tante stelle formano un albero di natale nell'ombra la slitta di babbo natale

I Dolci; La Cucina; La Famiglia; Le Feste; Le Luci; Babbo Natale; I Giocattoli; L'albero; Gesù; Il Presepe, sono tante le fonti di ispirazione del Natale. Per gli adulti che hanno ancora voglia di sognare e per i bambini raccogliamo oggi una serie di filastrocche e poesie sul Natale.

la foto in bianco e nero di Kledi Kadiu molto uomo bellissimo sguardo penetrante

Uomo (per Sconsolata)

Uomo, lo so che il momento è delicato
ma io ringrazio il padreterno per il dì che ti ha creato
che se tu su questa terra ora non ci stavi,
me lo dice qualcuno per che fare io campavo?
Uomo, tu mi piaci
mi piaci veramente
mi piace la tua voce, il tuo corpo, la tua mente
mi piace il profumo di tabacco e caffè
mi piacciono i baffi, la cintura, il gilè
mi piace il tramviere che mi porta a casa mia
mi piace l'operaio che aggiusta la via
mi piacciono lo sportivo, il cantante, l'attore,
mi piacciono Bassolino, Rutelli, il mio dottore
mi piacciono tutti, non m'importa che fanno
mi basta che sia un uomo, non un quacquaracquà
che ha una legge, che è quella del cuore
che dentro è modesto e fuori è signore
che sa parlarti con bella fantasia
che pure a parole può mettere allegria
che sa guardarti con quel sorriso
che scatena l'inferno...ma promette il paradiso.
Uomo, io sono femmina, e sono fatta per te
ma mi devi cercare
ti devi perdere con me
E NON MI TRATTARE COME FOSSI UNA COSA
POI IO CACCIO LE SPINE...
E TI PERDI LA ROSA
Uomo, io sono femmina e sono fatta per te.
Il giardino segreto dove Dio ci ha creato
non l'abbiamo perduto, se restiamo abbracciati
ma se tu ti ritiri, mio uomo adorato,
che devo dire ancora?
Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato
scordati la costola che mi hai prestato?

Sofia, Goffredo e la Costa Azzurra


Oggi, le persone hanno più problemi di ieri. La vita è cambiata. La società offre molte cose in più rispetto a qualche decennio fa. Inevitabile il desiderio di possesso … Basta vedere al Supermercato. La pasta è la pasta, ma non basta … Ci sono centomila qualità di pasta, centomila formati … e le persone? Guardano. Confrontano. Controllano da dove viene. Chi è il produttore. Da dove viene la materia prima … Alla fine, prendono la pasta che hanno sempre preso … da almeno dieci anni. Intanto, l’insoddisfazione rimane. “Come? Con tutte le centomila qualità di pasta … non ce ne è una che soddisfi pienamente” Così è in tutte le altre cose della vita.

 

Intrigo ...a Pavia

 

(Queste storie, anche se raccontate come vere, sono frutto di fantasia. Pertanto non hanno nulla a che vedere con persone o fatti realmente avvenuti)

Un anno fa, al compimento del quarantacinquesimo anno, la Prof. Valentina, single, bellissima, Docente di Lettere in un Liceo del milanese, abitante a Pavia, è andata in crisi. Una crisi pesante … di quelle che lasciano il segno. Valentina continuava a chiedersi. “Come? … mi sembra solo ieri che ho compiuto quarant’anni … e ne ho già quarantacinque? … e cosa ho fatto in questi cinque anni?”

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi336
Ieri922
Settimana Scorsa5741
Mese Scorso24432
Da Gennaio 20151473495

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out